MindsettER, la rete di startup dell'Emilia Romagna: intervista ai soci fondatori

MindsettER, la rete di startup dell'Emilia Romagna: intervista ai soci fondatori

Oggi abbiamo incontrato i soci fondatori dell'Associazione MindsettER, i quali, al ritorno da un percorso formativo in Silicon Valley, hanno deciso di creare la prima startup community dell'Emilia Romagna. Abbiamo rivolto alcune domande a Daniela Dubla, presidente dell'Associazione e a sua volta fondatrice di una startup innovativa.

1)  Da Presidente dell’Associazione MindsettER, ci racconti come è nata l’idea e di che cosa si occupa l’Associazione?

MindsettER è la rete di startup innovative dell’Emilia Romagna che, partendo dalla comune esperienza formativa dei suoi fondatori in Silicon Valley (grazie ad un programma sponsorizzato da Aster e dalla Regione Emilia Romagna), è nata con lo scopo di diffondere e attuare il mindset, la mentalità, di una cultura imprenditoriale dinamica, internazionale ed aperta nel territorio della Regione. L’associazione affonda le sue radici nel territorio dell’Emilia-Romagna, già fertile di valori positivi e creatività imprenditoriale, e partendo da queste, mira a costruire un panorama di spicco nell’ecosistema delle startup.

2)  Quali obiettivi MindsettER si è posta per il breve e medio periodo?

Le startup contribuiscono all’innovazione, allo sviluppo e alla crescita dell’economia e rappresentano l’emergente tessuto imprenditoriale del territorio. L’associazione, quindi, vuole catalizzare le forze dell’ecosistema regionale, costituito da imprenditori, istituzioni e università, in due modi: offrendo un aiuto concreto alla nascita e alla crescita di nuove realtà innovative e presentandosi come ponte tra i diversi attori.

3)  Ed al fine di raggiungere questi obiettivi, come avete pensato di organizzare il lavoro dell’associazione?

Abbiamo pensato di sviluppare l’attività di Mindsetter in tre principali assi di lavoro:

1.  Asse del Network, cioè unire e raccogliere le istanze delle start-up coinvolte nel sistema dell’innovazione regionale

2.  Il Mindset, cioè essere ambasciatori di quanto appreso in Silicon Valley, facendoci megafono anche dei tanti servizi che la Regione tramite Aster mette a disposizione delle startup

3.  Il Bridge: creare un ponte tra il mondo delle Startup e quello delle Imprese consolidate, al fine di contribuire in modo sinergico all’avanzamento tecnologico ed economico della RER.

4)  Come pensi di coinvolgere le imprese che compongono il tessuto startup della Regione Emilia Romagna?

Abbiamo raggiunto le 35 startup associate in pochissimo tempo, grazie anche ad un semplice passaparola tra i soci e le loro conoscenze esterne. Continueremo quindi a lavorare allo sviluppo del network creando dei presidi territoriali (uno per provincia) che ci permetteranno di entrare in contatto e aggregare le realtà innovative di tutta la Regione. Da Piacenza a Rimini, MindsettER sarà attiva in modo capillare sul territorio, per dare vita ad una rete di supporto tra le startup e di comunicazione tra queste e imprenditori, investitori privati ed enti pubblici di riferimento.

5)  Che cosa offre e offrirà MindsettER ai suoi soci?

L’associazione prenderà la forma di una startup community, che conterrà quindi al suo interno tutti gli strumenti e i contatti utili allo sviluppo organico del proprio business, come imprese consolidate interessate a progetti di open innovation, investitori qualificati e partner (istituzionali e non) che contribuiranno a creare un pool di contatti, risorse e conoscenze a cui le startup associate potranno attingere.

6)  Siamo curiosi di sapere quali sono gli eventi in programma per il 2018. Raccontaci un po’.

Nel prossimo futuro, grazie anche ad una più stretta collaborazione con Aster, oltre alla condivisione di servizi tra i nostri associati, continueremo a cooperare per creare, sviluppare ed intensificare le opportunità per le startup del territorio. Lo faremo anche con una serie di eventi chiamati Mindset Pills in cui condivideremo esperienze sui temi più dibattuti in Silicon Valley, dando voce oltre alle testimonianze dirette dei nostri associati anche a persone di riferimento del mondo aziendale. 


Per chi ne volesse sapere di più, questo è il link al sito 




Gallery