Collabora con noi

Indice

  1. Norme per l’invio
  2. Norme redazionali
  3. Diritti

1. Norme per l’invio

Se sei un nuovo Autore, e non hai mai collaborato con StartDOUp o Filodiritto, ti chiediamo di inviarci il tuo contributo, unitamente ad una breve sintesi del curriculum, in formato .doc (non si accetta il curriculum standard o europeo) ai recapiti info@startdoup.com, “All’attenzione del Direttore Responsabile Avv. Antonio Zama” e per conoscenza a redazione@filodiritto.com.

Sarai contattato entro al massimo quindici giorni lavorativi e, in caso di valutazione positiva del primo contributo, ti chiederemo di inviare il tuo profilo autori.

Se già collabori con StartDOUp o Filodiritto potrai inserire direttamente i tuoi contributi accedendo all’area amministrativa  a te riservata con le credenziali di accesso già in tuo possesso, oppure, in alternativa, puoi sempre inviarci gli articoli agli indirizzi di posta elettronica di cui sopra. Ricordiamo che la collaborazione è a titolo gratuita.

2. Norme redazionali

L’Autore è invitato ad attenersi ad alcune semplici regole, che, ove non rispettate, ritarderanno e/o precluderanno la pubblicazione del contributo inviato.

La redazione di StartDOUp si riserva la facoltà di valutare la possibile pubblicazione di ciascun contributo o di rifiutarla, nonché il diritto di intervenire sull’opera per modifiche formali, prima della pubblicazione, per corredarla – ove necessario – delle opportune informazioni. Si precisa sin d’ora che non saranno presi in considerazione i contributi di spiccato orientamento politico.

L’autore, in particolare, è tenuto ad evitare le abbreviazioni per indicare le fonti normative, gli articoli di legge o gli organi citati nel contributo (ad esempio si dovrà indicare per esteso la parola Decreto Legge e non utilizzare l’abbreviazione D.L., Tribunale Amministrativo Regionale e non T.A.R., articolo e non art., così come Codice di Procedura Civile e non c.p.c.).

Una volta introdotti i termini di cui sopra l’Autore potrà, a propria discrezione, procedere anche alla loro definizione, al fine di agevolare i richiami nel testo (ad esempio Decreto Legislativo n. 196/2003 può essere definito tra virgolette alte come “Codice Privacy”).

Da ultimo, seppur non conforme alle indicazioni dell’Accademia della Crusca, per scelta redazionale gli autori sono invitati a utilizzare il maiuscolo per l’indicazione delle fonti normative, degli articoli di legge, degli organi citati nel contributo (ad esempio si dovrà indicare Corte di Cassazione, Terza Sezione Penale, Sentenza 11 luglio 2014, n. 30574; Commissione Tributaria Provinciale, Decreto del Presidente della Repubblica n., ecc.).

Articoli: interventi di maggiore respiro e complessità focalizzati su una questione specifica e casi pratici ed eventualmente intesi a rendere note le opinioni dell’Autore su un dibattito in corso, nonché una nota a sentenza, un parere  su un particolare tema giuridico di dubbia o contrastante interpretazione e che ne prospetti anche la/le possibile/i soluzione/i, ovvero slide e/o project work relativi ad esempio ad una relazione tenuta dall’Autore nell’ambito di convegni, seminari e eventi in genere.

L’Autore è invitato a considerare le seguenti indicazioni:

specificare la rubrica di riferimento (anche più di una) e 4-5 parole-chiave che possono rendere l’indicizzazione più corretta;

utilizzare il grassetto (bold) per evidenziare le parole chiave e i passaggi più significativi del contributo. Secificare la materia di riferimento a cui propone di associare l’articolo (anche più di una) e 4-5 parole-chiave che possono rendere l’indicizzazione più corretta;

suddividere l’articolo in paragrafi, numerati e dotati di un titolo;

suddividere ulteriormente il testo in capoversi di lunghezza non superiore alle 8/10 righe, andando a capo al termine degli stessi;

è consigliato corredare l’articolo di un breve abstract (massimo 10 righe in italiano e, se possibile, anche in inglese);

utilizzare il grassetto (bold) per evidenziare le parole chiave e i passaggi più significativi del contributo;

evitare le note a piè pagina, limitandone l’utilizzo alla strettissima necessità, ed eventualmente inserendo la nota direttamente nel testo, tra parentesi quadre;

inviare in allegato unitamente all’articolo oppure segnalare mediante link i documenti di particolare rilevanza (fonti, siti internet, documenti, statistiche),dei quali l’Autore vuole agevolare la lettura.

Eventi, Bandi, Novità

Se vuoi segnalare eventuali bandi, novità o eventi relativi alle startup alla redazione di StartDOUp, invia una email a info@startdoup.com.

3. Diritti

L’Autore garantisce l’autenticità e l’esclusività dei contributi:

per autenticità si intende che lo scritto è integralmente opera dell’Autore, fatta salva la citazione di scritti di terzi nei limiti di quanto consentito dalla legge sul diritto d’autore (in ogni caso con idonea citazione). L’Autore pertanto è unico responsabile dell’eventuale violazione di diritti di terzi commessa con l’opera;

per esclusività si intende che il contributo in questione sia inviato solo a StartDOUp e non ad altri siti internet che trattino delle stesse materie (vedi Note Legali), in modo da evitare doppie pubblicazioni dello stesso contributo. Se l'Autore vorrà ripubblicare l'articolo dovrà comunicarlo alla redazione di StartDOUp. Naturalmente StartDOUp si impegna a dare riscontro all’Autore entro al massimo quindici giorni lavorativi.